Sei in: Home > La diagnosi

Ecco perché le Prostate Unit sono utili al paziente e al SSN

Milano, 19 aprile 2017
Vai all’intervista del
Dott. Alberto Costa - Comitato Promotore di Europa Uomo

 

Tumore alla prostata e la Sorveglianza Attiva

Studio Start
Piemonte - Valle d’Aosta

Leggi tutto

Novità! Farmaci rimborsati dal SSN

I farmaci per la disfunzione erettile anche per i pazienti con tumore della prostata
Vai alla Lettera »

23 Giugno 2015

“Quello che gli uomini non dicono” 

Vai all’articolo della Fondazione Veronesi

Newsletter europea

Vai alla Newsletter europea n. 3/2016

Vai all’Editoriale in italiano n. 3/2016

 

Lo specialista risponde

Gli associati possono ricevere su appuntamento l’indicazione telefonica di uno Specialista relativamente al tumore alla prostata: Urologo, Radioterapista, Oncologo, Psicologo.
Vai all’informativa »

Tumore della prostata: cosa succede dopo?

Documentazione audiovisiva della serata con i pazienti organizzata dall’Ospedale San Raffaele di Milano il 1 ottobre 2014.
Accedi

La diagnosi del tumore prostatico

L’iter diagnostico per l’identificazione di un tumore prostatico prevede l’esecuzione di diverse indagini.

Il primo controllo è la visita clinica con l’esplorazione rettale digitale, che il medico compie inserendo un dito nel retto per palpare la prostata e valutarne consistenza, dimensioni ed eventuale presenza di nodulazioni sospette.

Il medico può consigliare inoltre il dosaggio nel sangue di un marcatore chiamato Antigene Prostatico Specifico o PSA, il cui aumento può essere indice della presenza di un tumore alla prostata. In molti casi l’aumento del PSA è riconducibile a malattie non tumorali, mentre alcune neoplasie non determinano un aumento vistoso se non quando hanno raggiunto dimensioni notevoli. Molto spesso, attualmente, grazie all’esame rettale e al PSA vengono scoperte malattie non neoplastiche o tumori di dimensioni assai ridotte. Il loro riscontro obbliga il medico a intervenire con esami più approfonditi.

La ecografia prostatica trans-rettale (TRUS) è un esame che utilizza gli ultrasuoni per visualizzare le strutture interne di una regione corporea. Si effettua inserendo nel retto una sonda di piccole dimensioni che utilizza gli ultrasuoni per misurare le dimensioni della prostata e per valutarne le caratteristiche strutturali.

La biopsia (transrettale o transperineale) viene effettuata in anestesia locale: si prelevano campioni di tessuto prostatico per controllarne la composizione dal punto di vista istologico. Ciò consente nella maggior parte dei casi una diagnosi precisa e nel caso di evidenza di cellule tumorali, la determinazione della loro aggressività.

Per completare la stadiazione del tumore alla prostata, il medico può richiedere ulteriori esami come la Risonanza magnetica nucleare (RMN), la Tomografia computerizzata (TC) o la scintigrafia ossea che consentono una valutazione più approfondita della malattia a livello locale e a distanza.

I Sostenitori d’Oro di Europa Uomo Italia Onlus contro il cancro della prostata

La Rivista di Europa Uomo Italia Onlus contro le malattie prostatiche

Accedi alla RIVISTA
di Europa Uomo Italia:
GLI ARTICOLI SCARICATI
SONO OLTRE 212.074

Il tumore della prostata - Manuale per i Pazienti in formato PDF (2.20 MB)

Scarica il
Manuale per i pazienti
IL TUMORE DELLA PROSTATA
I MANUALI SCARICATI
SONO OLTRE 13.836

“E se tu facessi un controllo?” Opuscolo informativo sulle patologie della prostata

Vai all’Opuscolo
E SE TU FACESSI UN CONTROLLO?
(1 MB)

Video Interviste di Europa Uomo sul cancro della prostata

Vai alle
VIDEO INTERVISTE:
Dr. Fumagalli
Dr. Rocco
Dr. Valdagni »

Presentazione Associazione Europa Uomo Italia onlus
Vai alla
PRESENTAZIONE
dell’Associazione

(PDF 528 KB)

 

Pagina Pubblicitaria dell'Assoziazione Europa Uomo Italia Onlus in alta risoluzione

Vai alla
PAGINA PUBBLICITARIA
Europa Uomo

(alta risoluzione 646 KB)