ServiziMenu principaleHome

I DELEGATI

BELLUNO
Ennio Colferai  
ennio.colferai@europauomo.it

BOLZANO
Johann Scholzhorn
sparhaus@yahoo.de 

CORIGLIANO CALABRO (CS)
Francesco Le Pera
francescolepera70@gmail.com

LATINA
Alessandro Novaga

alnovaga@gmail.com 

PADOVA
Oddone Schiavon

oddone.schiavon@unipd.it 

RIMINI
Roberto Tilio

roberto.tilio@europauomo.it 

VERONA
Giovanni Zanardi

giovanni.z1950@gmail.com 

 

COME DIVENTARE DELEGATO
LOCALE O REGIONALE

Per saperne di più, scarica i documenti

IL MANIFESTO EUROPEO

Nell'ottobre 2003, si sono riuniti ad Anversa, in Belgio, i rappresentanti delle Associazioni dei Paesi aderenti al nuovo Movimento europeo, per una dichiarazione condivisa che spiegasse l’importanza della sua nascita e per stilare i dieci obiettivi statutari di Europa Uomo in relazione alle malattie prostatiche

 

I 10 OBIETTIVI

  1. Promuovere in tutta Europa la diffusione e lo scambio di informazioni corrette e aggiornate sul tumore della prostata.
  2. Richiamare l’attenzione pubblica sulla necessità di affrontare il tumore della prostata con consapevolezza.
  3. Insistere sull’importanza della diagnosi precoce.
  4. Sostenere campagne per ottenere la migliore terapia.
  5. Garantire la qualità delle terapie di supporto durante e dopo le cure per la malattia.
  6. Esigere un’adeguata formazione e preparazione del personale sanitario.
  7. Promuovere la diffusione di linee guida di trattamento.
  8. Richiedere controlli regolari di qualità delle apparecchiature mediche e diagnostiche.
  9. Assicurarsi che ai pazienti venga spiegata in modo comprensibile ogni diversa possibilità di cura, che possano partecipare a studi clinici controllati e che possano richiedere, se lo desiderano, un secondo parere prima di decidere.
  10. Promuovere lo sviluppo della ricerca scientifica sul tumore della prostata.

PREVIENI IL TUMORE ALLA PROSTATA
DONA IL 5 PER MILLE 
 

codice fiscale: 973 162 601 53


TESTIMONIAL DELLA CAMPAGNA I NOSTRI ASSOCIATI

 

Vai al facsimile per devolvere il 5 per mille nella dichiarazione dei redditi in formato PDF (240 kB). 

I Venerdì dei pazienti
in tele-videoconferenza

Stare insieme e parlare migliora la vita

 


Dal 27 Marzo 2020 gli incontri di auto-aiuto fra pazienti con diagnosi di tumore della prostata si svolgono in tele-videoconferenza.

I prossimi incontri si terranno nelle seguenti date, dalle ore 15.45 alle 17.15, con il coordinamento e il supporto di uno psicologo psicoterapeuta esperto:

05 novembre 2021
19 novembre 2021
03 dicembre 2021
17 dicembre 2021

Per partecipare alla tele-videoconferenza, riservata ai pazienti e loro familiari e amici, vi invitiamo a contattare la segreteria:

tel: 02 5832 0773
email: europauomo.italy@europauomo.it 

Per saperne di più, scarica la presentazione in formato PDF (507 kB):
Presentazione de "I Venerdì di Europa Uomo" 

 

La Rivista
Europa Uomo
più di 367.000 articoli scaricati dai nostri lettori

La rivista di Europa Uomo

 

La Rivista è il primo strumento d'informazione di Europa Uomo ed è rivolta alle persone interessate alle patologie prostatiche, in particolare al tumore della prostata. Parliamo di diagnosi precoce, opzioni terapeutiche, di riabilitazione psico-fisica e dei cambiamenti che intervengono nella vita dell'uomo colpito dalla patologia prostatica e della sua famiglia, del gruppo di auto-aiuto e dell'impegno dell'Associazione, dal 2003 forum del Movimento europeo, nel raggiungimento dei 10 obiettivi del Manifesto europeo.

 

'QUI PRO QUO' IL NUOVO SPOT!

Guarda il nuovo spot interpretato da Francesco Paolantoni: "Quattro amici e un compleanno", per diffondere la cultura della prevenzione sulle patologie prostatiche in modo diretto e simpatico!

Vai al video

RIPARTE 'QUI PRO QUO'

La Conferenza Stampa di presentazione della seconda parte dell'innovativa Campagna web "Qui Pro Quo - Salute della prostata: stop agli equivoci, sì alla prevenzione" promossa da Europa Uomo Italia e Onda - Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, interpretata con simpatia da Francesco Paolantoni.
Un aggiornamento da non perdere su diagnosi precoce e cura del tumore della prostata.

Vai al video della Conferenza Stampa del 26/03/2021

WEBINAR INTERNAZIONALI SULLA SORVEGLIANZA ATTIVA DEL TUMORE DELLA PROSTATA

Il Movimento europeo ha dato il via a una serie di webinar di approfondimento sulla Sorveglianza Attiva, atteggiamento osservazionale riservato ai pazienti con tumore della prostata a basso rischio.
Vai alla presentazione e al video del 1° webinar del 20/04/2021: “Active Surveillance: looking for quality of life after diagnosis of low grade prostate cancer”. 

CONVENZIONE PER GLI ASSOCIATI

Europa Uomo ha concluso un importante accordo con il Centro Diagnostico Italiano, attivo in Lombardia, che consente ai titolari della tessera e loro familiari grandi agevolazioni sugli esami di laboratorio, strumentali e sulle visite mediche specialistiche relative alle malattie della prostata

I DELEGATI

BELLUNO
Ennio Colferai  
ennio.colferai@europauomo.it

BOLZANO
Johann Scholzhorn
sparhaus@yahoo.de 

CORIGLIANO CALABRO (CS)
Francesco Le Pera
francescolepera70@gmail.com

LATINA
Alessandro Novaga

alnovaga@gmail.com 

PADOVA
Oddone Schiavon

oddone.schiavon@unipd.it 

RIMINI
Roberto Tilio

roberto.tilio@europauomo.it 

VERONA
Giovanni Zanardi

giovanni.z1950@gmail.com 

 

COME DIVENTARE DELEGATO
LOCALE O REGIONALE

Per saperne di più, scarica i documenti

IL MANIFESTO EUROPEO

Nell'ottobre 2003, si sono riuniti ad Anversa, in Belgio, i rappresentanti delle Associazioni dei Paesi aderenti al nuovo Movimento europeo, per una dichiarazione condivisa che spiegasse l’importanza della sua nascita e per stilare i dieci obiettivi statutari di Europa Uomo in relazione alle malattie prostatiche

 

I 10 OBIETTIVI

  1. Promuovere in tutta Europa la diffusione e lo scambio di informazioni corrette e aggiornate sul tumore della prostata.
  2. Richiamare l’attenzione pubblica sulla necessità di affrontare il tumore della prostata con consapevolezza.
  3. Insistere sull’importanza della diagnosi precoce.
  4. Sostenere campagne per ottenere la migliore terapia.
  5. Garantire la qualità delle terapie di supporto durante e dopo le cure per la malattia.
  6. Esigere un’adeguata formazione e preparazione del personale sanitario.
  7. Promuovere la diffusione di linee guida di trattamento.
  8. Richiedere controlli regolari di qualità delle apparecchiature mediche e diagnostiche.
  9. Assicurarsi che ai pazienti venga spiegata in modo comprensibile ogni diversa possibilità di cura, che possano partecipare a studi clinici controllati e che possano richiedere, se lo desiderano, un secondo parere prima di decidere.
  10. Promuovere lo sviluppo della ricerca scientifica sul tumore della prostata.
Europa Uomo Europa                  Cancerworld